Ibridi abitativi: Zoku, l’hotel dove puoi anche dormire

Grazie ad una segnalazione di un amico su facebook ho scoperto Zoku Hotel, uno di quei posti che piacciono molto ai nomad workers. Si tratta di un progetto ibrido di hotel-coworking che si avvicina molto alla mia idea di coliving, ed è stato realizzato ad Amsterdam, lungo la Weesperstraat, considerata il cuore dell’imprenditorialità creativa della città. STAY LONGER, GO FURTHER Nulla è… Read more →

Abitando si Impara

Gli ecovillaggi in Italia

Ho trovato questa mappa degli ecovillaggi e dei cohousing (ammesso che sia corretto inserirli in una prospettiva unica, essendo i primi esempi di vere e proprie comunità intenzionali). La mappa è visibile in versione originale partendo da questo sito, mentre una mappa diversa realizzata dal RIVE si trova a questo link. Tra le esperienze più belle ed interessanti che ho… Read more →

Startup rurali, che bellezza!

Start-up nelle fasi iniziali con attitudine nomade e che sono alla ricerca di un’accelerazione possono scegliere una nuova forma di coliving: nelle piccole città e villaggi della “Golden Coast” spagnola un programma di 6 mesi organizzato da La Nau LAB e Zinkers nel villaggio di Pedreguer e dintorni. Read more →

Rural trendy coliving

A circa due ore e mezzo da Belgrado e da Budapest si trova Mokrin House, un esempio di coliving in chiave rurale tra i più citati in questi ultimi mesi. Sembra che Roam coliving abbia fatto rapidamente al coliving lo stesso effetto che Peers fece alla sharing economy, privilegiando una estetica quasi patinata a vantaggio dei fighetti-hipster che volentieri si… Read more →

Non far niente è il miglior metodo agricolo

“Più la gente fa, più la società si sviluppa, più aumentano i problemi.
La crescente devastazione della natura, l’esaurimento delle risorse, l’ansia dello spirito umano, tutte queste cose sono state provocate e diffuse dal tentativo dell’umanità di realizzare qualcosa.
In origine non c’era nessuna ragione per progredire e non c’era nulla che dovesse essere fatto. Siamo arrivati al punto in cui non abbiamo altra via che portare avanti un movimento che non porti avanti niente.” – Masanobu Fukuoka

E’ un po’ che non scrivo su questo blog, ma in fondo cambierebbe qualcosa se scrivessi più spesso?

Buona estate a tutti!

WWOOF Italy 2013 - Pantarei - foto © Nicoletta Valdisteno

Quei vecchi post dove amammo la vita

“Uno siempre vuelve a los viejos sitios donde amó la vida” cantava Mercedes Sosa in “Las simples cosas” (anche se io amo la versione di Chavela Vargas). Per questo abbiamo importato i post di un blog (decresco&cresco) che io e Nicoletta abbiamo riempito di pensieri quando, prima di trasferirci a Bologna, sentivamo che avevamo bisogno di cambiare vita. Rileggerli servirà… Read more →

WWOOF Italy 2013 - Pantarei - foto © Nicoletta Valdisteno

Societing into the wild

Mi sono ricordato di Society, il brano di Eddie Vedder (leader dei Pearl Jam e credibile ecologista), tratto dalla colonna sonora di “Into the wild” , il film che più di altri ha contribuito a far sentire ai giovani il richiamo della natura.
Potrebbe essere questa la colonna sonora del movimento che ci sta incoraggiando ad andare verso la nuova ruralità? Read more →

Dipendente fluido in azienda gerarchica (workshop cocoon)

L’economia sta diventando cool?

La rappresentazione di una comunità trendy, che si incontra in loft o appartamenti che sembrano usciti da una gallery di instagram, sembra essere uno sforzo per volersi distinguere dall’aria “fricchettona” che aleggia in certi ambienti, ai quali si dovrebbe almeno riconoscere il coraggio di aver aperto una strada nata come alternativa. Read more →

Top